Presentazione

Dall’a.a. 2014-2015 il corso di laurea magistrale in Ingegneria Edile-Architettura a ciclo unico è in disattivazione, sostituito da un analogo percorso organizzato su una  struttura 3+ 2.

Il  percorso 3+2 della laurea in Ingegneria Edile-Architettura prevede la Laurea Triennale in Scienze dell’Architettura (Classe L17), con curriculum in Ingegneria Edile, e la Laurea Magistrale in Ingegneria Edile-Architettura (Classe LM4).

L’intero precorso 3+2 (Laurea triennale in Scienze dell’architetturaL17) +(Laurea Magistrale in Ingegneria edile-architettura) ha ottenuto la certificazione europea del titolo seondo la Direttiva 2005/36/CE :

Notifica dei titoli in Architettura- MIUR-1

Nell’a.a. 2016-2017 verrà completato il percorso della Laurea Triennale ed è attivo il biennio della Laurea Magistrale, in particolare per i laureati in Architettura che intendono conseguire la seconda laurea.

Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile-Architettura è a numero programmato a livello locale con graduatoria di accesso, che prevede il superamento di una prova orale, le cui modalità sono pubblicate annualmente nel Bando di ammissione:  http://www.studenti.unige.it/offertaformativa/laureemagistrali/#2015-9914?open

Per l’accesso è necessario: – possedere la laurea di primo livello L17 (Scienze dell’Architettura) oppure – una laurea o un diploma universitario di durata triennale (DM270/04 art.6) o altro titolo estero riconosciuto idoneo. In questi ultimi casi, è requisito curricolare inderogabile – l’adempimento delle attività formative indispensabili riportate nella tabella realtiva alla laurea in Scienze dell’Architettura L17; e – il superamento dei test di ammissione obbligatori per l’iscrizione a un corso di laurea e/o di laurea magistrale a ciclo unico, con la esplicita finalizzazione diretta alla “formazione di architetto”, come regolato ogni anno dal Ministero che determina a livello nazionale, con proprio decreto, il numero di posti per le immatricolazioni degli studenti per tali corsi di studio. Le modalità di accesso alla graduatoria e l’iscrizione sono subordinate a quanto stabilito nel Regolamento didattico del corso di studio,
nel rispetto della normativa vigente.

I laureati potranno sostenere sia l’esame di stato per l’iscrizione all’Albo degli Ingegneri (Sezione in Ingegneria Civile e Ambientale) sia quello per l’iscrizione all’Albo degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.
Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile-Architettura forma una figura professionale che alla specifica capacità progettuale a livello architettonico e urbanistico accompagna la padronanza degli strumenti relativi alla fattibilità strutturale e costruttiva dell’opera ideata, fino a poterne seguire, con competenza, la corretta esecuzione sotto il profilo estetico, strutturale, funzionale e tecnico-economico. Con questo curriculum di studi si attua un’integrazione tra la formazione storico-umanistica e quella scientifico-tecnica.

Gli sbocchi occupazionali sono tutti quelli propri della progettazione nei campi dell’architettura, dell’urbanistica, dell’ingegneria edile, del recupero edilizio, del restauro, dell’impiantistica e della sostenibilità energetica della costruzione, della gestione e controllo dei sistemi di qualità nella progettazione ed esecuzione di opere edili e nel più generale contesto del processo edilizio tradizionale o industrializzato. Lo sbocco occupazionale più naturale è quello della libera professione o del lavoro nell’ambito di studi d’ingegneria o d’architettura. Oltre a questo, i laureati potranno svolgere funzioni di elevata responsabilità in istituzioni ed enti pubblici o privati, operanti nei campi delle costruzioni e della trasformazione della città e del territorio.
I corsi sono articolati in lezioni teoriche, esercitazioni (per lo sviluppo delle tematiche affrontate nelle lezioni), laboratori (di applicazione dei concetti generali per la progettazione); è previsto un tirocinio e facoltativamente viaggi di studio e formazione.